Harry Potter e la Maledizione dell'Erede

Nuovo giorno, nuova saga... anzi la saga ormai non è più tanto nuova. E' finalmente uscito (solo in lingua inglese, per ora) Harry Potter e La Maledizione dell'Erede.
La versione in Italiano sarà pubblicata il 24 Settembre.

Basato su una storia originale di J.K. Rowling, John Tiffany e Jack Thorne, un nuovo spettacolo di Jack Thorne, Harry Potter e la Maledizione dell’Erede è l'ottava storia della serie di Harry Potter e la prima a essere rappresentata a teatro. 


È sempre stato difficile essere Harry Potter e non è molto più facile ora che è un impiegato del Ministero della Magia oberato di lavoro, marito e padre di tre figli in età scolare. Mentre Harry Potter fa i conti con un passato che si rifiuta di rimanere tale, il secondogenito Albus deve lottare con il peso dell’eredità famigliare che non ha mai voluto. Il passato e il presente si fondono minacciosamente e padre e figlio apprendono una scomoda verità: talvolta l’oscurità proviene da luoghi inaspettati.


Oggi ho cominciato il libro in inglese, e ho pensato, in esclusiva per voi, di lasciare le prime due scene in questo post, ovviamente tradotte in Italiano. Portate pazienza se la traduzione non è perfetta. Non sono una esperta ^_^ 
Buona Lettura!!!



ATTO 1 - SCENA 1

KING’S CROSS

Una stazione occupata e affollata. Piena di persone che cercano di andare da qualche parte. In mezzo al trambusto, due grandi gabbie rumorose in cima a due carrelli carichi. Sono spinti da due ragazzi, James Potter e Albus Potter, la loro madre, Ginny, li segue.
Un uomo di trentasette anni, Harry, ha la sua figlia, Lily sulle spalle.

ALBUS: Papà. Lui continua a dirlo.

HARRY: James, dacci un taglio.

JAMES: Ho solo detto che potrebbe essere dei Serpeverde. E potrebbe essere. . . (Posa lo sguardo su suo padre.) Bene.

ALBUS (guardando la sua mamma): Mi scriverete, non è vero?

GINNY: ogni giorno se vuoi che sia così.

ALBUS: No. Non tutti i giorni. James dice che la maggior parte delle persone ricevono lettere da casa una volta al mese. Non voglio che....

HARRY: Abbiamo scritto a tuo fratello tre volte alla settimana l'anno scorso.

ALBUS: Cosa? James!

ALBUS guarda in modo accusatorio James.

GINNY: Sì. Non dovresti credere a tutto quello che ti dice su Hogwarts. Gli piace farsi una risata, a tuo
fratello.

JAMES (con un ghigno): Possiamo andare adesso, per favore?

ALBUS guarda suo padre, e poi la sua mamma.

GINNY: Tutto quello che dovete fare è camminare dritto verso il muro tra le piattaforme nove e dieci.

LILY: Sono così eccitata.

HARRY: Non fermarti e non aver paura di schiantarti sul muro, questo è molto importante. Il modo migliore per farlo è di corsa se sei nervoso.

ALBUS: Sono pronto.

Harry e LIly appoggiano le mani sul carrello di Albus - Ginny raggiunge il carrello di James - e tutta insieme, la famiglia corre energicamente dentro la barriera. 


ATTO PRIMO, SCENA SECONDA

Binario nove e tre quarti

Che è coperto da una spesso vapore bianco versato dal Hogwarts Express.
E che è anche pieno - ma invece di persone in giacca e cravatta taglienti che svolgono le loro giornate - ora ci sono maghi e streghe, per lo più cercando di dire addio alle loro amate progenie.

ALBUS: Eccolo.

LILY: Wow!

ALBUS: binario nove e tre quarti.

LILY: Dove sono? Sono qui? Forse non sono venuti?

Harry indica Ron, Hermione, e la loro figlia, Rose. Lily corre velocemente da loro.

LILY: Zio Ron. Zio Ron !!!

RON si gira verso di loro e Lily gli si fionda addosso. Lui la prende tra le sue braccia.

RON: Se non è il mio Potter preferito.

LILY: Hai il mio trucchetto?

RON: Conosci il trucco certificato “naso ruba respiro” del Tiri Vispi Weasley?

ROSE: Mamma! Papà sta facendo ancora una volta la cosa dello storpio.

HERMIONE: Tu dici storpio, lui dice magnifico, io dico - una via di mezzo.

RON: Aspetta. Lasciami solo masticare questa. . . aria. Ed ora è solo una semplice questione di. . . Scusatemi se puzzo un po 'di aglio. . .

Egli soffia sul viso. LILY ridacchia.

LILY: puzzi di porridge.

RON: Bim. Bum. Bam. Signorina, preparatevi a non essere in grado di sentire l'odore di nessunoi. . .
Prende il naso della bambina dal suo volto.

LILY: Dov'è il mio naso?

RON: Ta-da!

La sua mano è vuota. E’ il trucco dello storpio. Tutti ridono degli storpi.

LILY: Tu sei stupido.

ALBUS: Ci fissano tutti, di nuovo.

RON: A causa mia! Sono estremamente famoso. I miei esperimenti sul naso sono leggendari!

HERMIONE: Sono certamente qualcosa.

HARRY: Parcheggiato allora,  tutto a posto?

RON: L’ho fatto. Hermione non credeva che avrei potuto passare un esame di guida Babbana, vero? Pensava che avrei dovuto confondere l’esaminatore.

HERMIONE: Non ho pensato nulla di simile, ho completa fiducia in te.

ROSE: E io ho piena fiducia del fatto che hai confuso l'esaminatore.
RON: Oi!

ALBUS: Papà. . .

ALBUS tira i vesti di Harry. Harry guarda in basso.

ALBUS: Pensi che - cosa succede se io sono - e se mi mette nei Serpeverde. . .

HARRY: E cosa ci sarebbe di sbagliato in questo?

ALBUS: Serpeverde è la Casa del serpente, della Magia Oscura. . . Non è una casa di maghi coraggiosi.

HARRY: Albus Severus, hai il nome di due presidi di Hogwarts. Uno di loro era un Serpeverde ed era probabilmente l'uomo più coraggioso che abbia mai conosciuto.

ALBUS: Ma volevo solo dire. . .

HARRY: Se è importante per te, te, il Cappello Parlante prenderà in considerazione i tuoi sentimenti.

ALBUS: Davvero?

HARRY: Lo ha fatto per me.

Questo è qualcosa che non aveva mai detto prima, e risuona nella sua testa per un momento.

HARRY: Hogwarts ti farà realizzare, Albus. Te lo prometto, non c'è nulla di cui aver paura lì.

JAMES: A parte i Thestral. Fai attenzione ai Thestral.

ALBUS: Pensavo che fossero invisibili!

HARRY: Ascolta i tuoi professori, non ascoltare James, e ricordati di divertirti. Ora, se non volete che questo treno parti senza di voi, dovreste salire. . .

LILY: Inseguirò il treno per fuori.

GINNY: Lily, vieni subito indietro.

HERMIONE: Rose. Ricordarsi di mandare a Neville  il nostro amore.

ROSE: Mamma, non posso dare amore al professore!

Rose sale sul treno. E poi Albus si gira e abbraccia Ginny e Harry un'ultima volta prima di seguirla.

ALBUS: Va bene, allora. Ciao.

Si arrampica a bordo. Hermione, Ginny, Ron e Harry rimangono in piedi a guardare il treno - un colpo di fischio e poi giù dalla piattaforma.

GINNY: Staranno bene, giusto?

HERMIONE: Hogwarts è un gran posto.

RON: Grande. Meraviglioso. Pieno di cibo. Darei qualsiasi cosa per esserci di nuovo.

HARRY: Strano, Al era preoccupato di essere assegnato ai Serpeverde.

HERMIONE: Questo è niente, Rose è preoccupata di riuscire a battere il record di punteggio di Quiddich nel primo o nel secondo anno. E quanto presto potrà prendere il suo O.W.L.

RON: Non ho idea di dove abbia preso la sua ambizione!

GINNY: E come ti sentiresti, Harry, se Al…  se lo è?

RON: Sai, Gin, abbiamo sempre pensato che ci fosse una possibilità che tu potessi essere assegnata ai Serpeverde.

GINNY: Cosa?

RON: Onestamente, Fred e George hanno letto anche un libro.

HERMIONE: Possiamo andare? Le persone stanno guardando, lo sai.

GINNY: La gente guarda sempre quando voi  tre siete insieme. Anzi. La gente vi guarda sempre.

I quattro escono. Ginny ferma Harry.

GINNY: Harry. . . Starà bene, non è vero?

HARRY: Certo.




Ed ecco le prime due scene del nuovissimo libro. Cosa ne pensate? Lo leggerete?
Lasciatemi un commento. 


K.  

Post popolari in questo blog

#1 Giveaway - Natale 2016

Recensione - Il diavolo vince a Wimbledon